Italiqa

The World’s 50 Best Restaurants 2015: il countdown è cominciato

The World’s 50 Best Restaurants 2015: il countdown è cominciato

Sapete bene che la cucina d’autore e i grandi chef sono una delle mie passioni, e un punto di riferimento per tutto il team di Italiqa.

Ecco perché oggi vi parlo di un attesissimo evento che si terrà a Londra il prossimo primo giugno.

Si tratta della cerimonia di premiazione dei World’s 50 Best Restaurants. La classifica, sponsorizzata da San Pellegrino & Acqua Panna, quest’anno alla tredicesima edizione, negli anni è diventato un appuntamento clou per il mondo dell’alta gastronomia internazionale.

La classifica, redatta con il contributo di molti critici gastronomici, giornalisti e chef di tutto il mondo, mira a fornire un’istantanea della scena gastronomica mondiale, evidenziando le tendenze globali e mettendo in evidenza i tesori culinari di tutto il piante.

Chi vota per la stesura della classifica? Ecco qualche risposta su questo video:

La cerimonia di premiazione di The World’s 50 Best Restaurants 2015 si terrà presso la Guildhall di Londra, e potrà essere seguita in streaming su www.finedininglovers.com

In attesa di conoscere la lista completa, come ogni anno sono stati assegnati i premi speciali: Daniel Boulud (Restaurant Daniel, New York, USA) si è aggiudicato The Diners Club® Lifetime Achievement Award 2015, il premio alla carriera, mentre a Hélène Darroze (Hélène Darroze, Paris, ed Hélène Darroze al Connaught, London) è andato The Veuve Clicquot World’s Best Female Chef 2015, ovvero il premio alla migliore chef donna dell’anno.

Il podio mondiale nel 2014 era composto dal Noma di Copenaghen (René Redzepi), dal Celler de Can Roca di Girona (Joan Roca) e dall’Osteria Francescana di Modena (Massimo Bottura). Ci auguriamo di vedere anche quest’anno un italiano sul podio, magari sul primo gradino!

Nel 2014, oltre alla Francescana, l’Italia aveva due ristoranti in classifica: Piazza Duomo di Alba (chef Enrico Crippa), al 39° posto, e Le Calandre di Rubano (chef Massimiliano Alajmo), al 46°.

Mi auguro davvero che possa essere più numerosa la compagine italiana in questa classifica nel 2015.

Appuntamento quindi al 1 Giugno. Incrociamo le dita per un grande successo degli chef italiani!

 

Chief executive officer

“Italiqa rappresenta per me la possibilità di valorizzare il saper fare italiano in ambito food e le ottime tradizioni gastronomiche dell'Emilia Romagna.”

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wine & Spirits Follow us on instagram

Made with love by Qode Interactive

X