Italiqa

Tortellini con la panna: sacrilegio o piatto da riscoprire?

Tortellini con la panna: sacrilegio o piatto da riscoprire?

Siete fra quelli che al solo sentire “tortellini con la panna” inorridiscono? Allora leggete questo post e magari fatevi una risata, oppure…

Come sapete noi di Italiqa siamo grandi sostenitori della tradizione, ma qualche volta la tradizione non fa rima con la stagionalità. In questi giorni gustare un fumante piatto di tortellini in brodo è davvero una mission impossible – se non per le nostre mitiche nonne dell’Emilia Romagna, pronte a preparare il brodo anche ad agosto – e così qua e là ci si imbatte nel piatto che da almeno un decennio fa storcere il naso alla maggior parte di gourmet e gourmand d’Italia (oltre che dell’Emilia): i tortellini con la panna!

A dire il vero si tratta di un piatto piuttosto vintage e tutt’altro che tradizionale, che ci fa tornare immediatamente ai bizzarri anni ’80. Ma c’è un ma. In fondo i tortellini con la panna non sono poi così male. La panna non copre il gusto del ripieno e riesce a dare unione e cremosità al piatto, offrendo la possibilità di gustare questa pasta ripiena anche nei momenti più torridi dell’estate.

Se vogliamo fare un paragone spinoso, io trovo decisamente migliori i tortellini con la panna rispetto al discutibilissimo abbinamento con il ragù – che fa totalmente perdere l’equilibrio dei sapori – o, come piace ai romani, con il sugo di pomodoro.

L’argomento è complesso e dibattuto, lo so, ma è evidente che questo piatto stuzzica la fantasia anche dei gourmet più convinti, non a caso alcuni grandi chef – come il tristellato Massimo Bottura o il giovane Marco Martini – si sono lanciati in felici rivisitazioni di questo piatto.

Ma veniamo al dunque. Come si preparano i tortellini con la panna?

Io opto per una versione elegante, che prevede l’utilizzo della panna liquida, e non della panna da cucina…

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di tortellini
  • 1 l di brodo di cappone
  • 100 ml di panna fresca
  • sale q.b.
  • noce moscata q.b.
  • pepe q.b.
  • Parmigiano Reggiano q.b.

Procedimento:

Versate la panna in una casseruola e fatela riscaldare a fuoco moderato. Se volete addensarla aggiungete un cucchiaio di farina e portatela a ebollizione. Regolate di sale, aggiungete un pizzico di noce moscata e di pepe e spegnete il fuoco. Portate il brodo a ebollizione e calatevi i tortellini. Dopo pochi minuti, quando saranno tornati a galla, scolateli e versateli in padella. Mantecate rapidamente e servite con una spolverata di Parmigiano (a piacere).

Allora, siete pronti a rivalutare questo piatto simbolo degli anni ’80? Provatelo e fateci sapere la vostra. Noi siamo tradizionalisti, ma di tanto in tanto ci piace divertirci…

P.S. Volendo potete preparare anche la versione panna, prosciutto e piselli, se siete davvero appassionati di ricette d’antan 🙂

Chief executive officer

“Italiqa rappresenta per me la possibilità di valorizzare il saper fare italiano in ambito food e le ottime tradizioni gastronomiche dell'Emilia Romagna.”

Comment ( 1 )
  • blank
    Carlo Pinton

    Il tortellino alla panna ( e prosciutto, mettiamocelo dai) effettivamente è molto fuori moda. Penso però che chiunque ami una coccola, una carezza, un bacio e non sia allergico alla panna, trovi in questo piatto un momento di tenerezza. Carlo Pinton

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Wine & Spirits Follow us on instagram

Made with love by Qode Interactive

X